Cozzo La Torre

 

Provincia
Cosenza, a circa 25 Km.

.

 

Panorama

Cenni storici

Cozzo la Torre

L'archeologia
Nel sito interessato, a seguito di uno scavo e di un saggio archeologico condotti rispettivamente nel 1965 e nel 1967 dalla Soprintendenza alle antichità della Calabria, sono venuti alla luce una necropoli, tracce di un abitato, mura di fortificazione e varie altre testimonianze e reperti (monili, fibule, lance, anelli, vasellame, ecc.) datati all'età del bronzo e alla prima età del ferro.

La necropoli
Dagli scavi archeologici del 1965, sarebbe emerso che alcune tombe risalirebbero ai "decenni che precedono la fondazione di Sibari" e che nella necropoli, dove a una originaria se ne sarebbero sovrapposte altre "tra la seconda metà del IV e l'inizio del Il sec.", non ci sarebbero elementi databili a un periodo intermedio che andrebbe da "dopo gli ultimi decenni dell'VIII" a "prima della seconda metà del IV sec. a.C.".

L'abitato
Il saggio del 1967, "condotto nell'abitato", sembrerebbe aver confermato quanto già si era osservato nella necropoli, e cioè che la collina di Cozzo la Torre, "occupata nell' VIII sec. a.C. da gente che seppelliva i suoi morti nell'altopiano sottostante", sarebbe stata poi abbandonata verso la fine della prima età del ferro, per essere di nuovo abitata "nella seconda metà del IV sec. fino ai "primi decenni del III", con successive altre frequentazioni di età medioevale o più recenti ancora.

Torna a inizio pagina